Evolvendo le relazioni: quali opportunità ci sta offrendo il Covid per migliorare le relazioni adulto-bambino?

Questo periodo di emergenza sanitaria prolungata ci ha messo alla prova anche nella nostra capacità di gestire le relazioni con i nostri figli ed anche allievi se siamo degli educatori.
Ad uno sguardo più sereno e sincero su noi stessi, possiamo riconoscere che le paure, le ansie, le insoddisfazioni, le immaturità, i conflitti erano in parte già presenti in noi e tra di noi ancora prima del covid e che le limitazioni alle libertà hanno avuto la funzione di farle emergere.
Ci siamo trovati d’improvviso a dover gestire i figli a casa per molte ore con tutte le loro frustrazioni e richieste, a improvvisarci maestri, ad usare strumenti informatici che ci fanno sentire inadeguati,… insomma tanti problemi inaspettati che ci hanno messo in crisi.
Allo stesso tempo chi ha potuto e voluto, ha riscoperto il piacere del dialogo autentico e non superficiale, del calore umano e del bisogno della vicinanza fisica, del valore primario delle relazioni rispetto ai beni materiali, tutte cose che prima forse passavano in secondo piano …

Ma allora è stato un bene o un male questo periodo?
Aristotele ci ha lasciato un pensiero illuminante sul perchè le cose accadono individuando 4 cause alla base di ogni evento. Le prime tre le definisce cause materiali, formali, ed efficenti e descrivono il perchè visibile a tutti. La quarta causa è la causa finale, quella per cui ogni evento arriva nella nostra vita personale e collettiva. Questa causa arriva dal futuro, la causa finale ci vuole avvicinare a ciò che ci attende nella nostra evoluzione se noi affrontiamo con apertura e consapevolezza il presente. Trasformare la paura in conoscenza, la rabbia in sana aggressività, il senso di inadeguatezza in saggezza, l’individualismo in collaborazione.
Ecco che il bruco accetta la sua morte perchè intuisce che diventerà farfalla, si costruisce il suo bozzolo con il filo delle esperienze fatte, medita e trasforma ciò che ha vissuto in nuovi propositi e nuove forze che si stanno per esprimere in meravigliose ali spiegate al sole e al vento del prossimo futuro.

Paolo Bressan, libero ricercatore.