Mea Culpa Mea Maxima Culpa ovvero la legge di “ attrazione” e la responsabilità al 100% del nostro destino

La moderna legge di Attrazione divulgata nella nostra epoca altro non è che la riproposizione di un’antica , eterna e spesso occulta realtà della Vita. Oggi viene spesso confusa con: “ puoi ottenere ciò che vuoi basta che la immagini che ce la hai già, la pensi intensamente tutti i giorni e prima o poi arriverà “ . Chi ci ha provato, come me, si è accorto che non funziona esattamente così, ma qualcosa di vero c’è, proviamo a esplorarlo insieme.

E’ una legge occulta perché non è visibile ai 5 sensi comuni e non è comprensibile con le normali logiche che impariamo scuola e quasi mai nessuno in famiglia ci fa riflettere sul motivo per il quale ci accade quello che ci accade. Eppure è alla base della comprensione del perchè incontriamo certe persone,del perché ci accadono certi fatti e del perchè non riusciamo a fare ciò che vorremo, insomma è alla base dell’educarci a vivere con consapevolezza e gioia.

In realtà Tu ed Io stiamo già attraendo la realtà che vogliamo, a dirla tutta, ciò che vediamo attorno a noi è esattamente ciò che abbiamo generato attraverso le nostre convinzioni ed emozioni profonde e quindi inconsapevoli. Perché a parole ci diciamo che vogliamo essere ricchi, felici, con un partner fedele e premuroso ma nel nostro inconscio regnano la paura per la povertà, la convinzione che non abbiamo il diritto di essere appagati, che la vita è una lotta per sopravvivere competendo con gli altri e che non meritiamo di essere amati perché siamo cattivi, inaffidabili, brutti e sbagliati.legge attrazione-1

Allora la Vita che risponde sempre al comandamento: Attrai ciò che sei e NON Attrai ciò che vuoi, ci manda incontro situazioni e persone che ci mostrano che cosa abbiamo generato nel nostro inconscio affinchè ne prendiamo atto e consapevolmente e responsabilmente cambiamo i pensieri con cui ci rivolgiamo a noi stessi e alla Vita.

Come spiega mirabilmente Stefano D’Anna nel suo libro La Scuola degli Dei, il Cristianesimo delle origini aveva tradotto questa legge universale nel pensiero: “ Mea culpa, Mea culpa, Mea maxima culpa” a ricordarci che siamo gli unici e i totali responsabili di ciò che ci accade. Nulla a che vedere con il senso di colpa inculcatoci da inconsapevoli preti e monache nel corso dei secoli.

Noi trascuriamo, ignoriamo, sottovalutiamo gli affetti dei nostri pensieri credendo che non abbiano importanza per il solo fatto che sembrano non essere materiali e quindi siano trascurabili e insignificanti. Ma basta fermarsi a riflettere che ogni realizzazione pratica, da una casa ad un buon pranzo è sempre frutto di un progetto, cioè di un pensiero che si riveste della forza di un’emozione o di un sentimento e che poi attraverso la volontà viene portato a realizzazione. Ecco che subito ci accorgiamo che ciò che pensiamo nel profondo di noi stessi e della vita e la qualità emotiva con cui lo facciamo determinano ciò che si concretizza nella nostra vita. Come dice lo Yogi indiano:

“La potenza del pensiero
muta il destino.
L’uomo semina un pensiero
e raccoglie un’azione;
semina un’azione
e raccoglie un’abitudine;
semina un’abitudine
e raccoglie un carattere;
semina un carattere
e raccoglie un destino.

L’uomo costruisce il suo avvenire
con il proprio pensare ed agire.
Egli può cambiarlo
perché ne è il vero padrone”.

Swami Sivananda, maestro indiano di yoga della prima metà del ‘900legge attrazione

Quindi non si tratta di usare la Legge di Attrazione per farci arrivare dall’Universo l’automobile dei nostri sogni o per incontrare la modella o l’attore del momento ma è diventare consapevoli che Essa ha agito sempre e sta agendo adesso esattamente come la legge di gravita agisce sui corpi fisici anche se tu non la conosci o desidereresti volare dal grattacielo con il risultato di schiantarti comunque al suolo.

Perché allora non attraiamo facilmente ciò che desideriamo? Perché lo Scopo dell’Esistenza è di farci evolvere imparando a cercare NON la soddisfazione dei beni effimeri da cui ricaviamo solo una felicità passeggera, ma di cercare ciò che fa Bene a noi e agli altri e che ci dona una progressiva, profonda e incrollabile Gioia. In altre parole, come affermano F.e G. Varetto nei loro libri, si tratta di passare dai desideri della Personalità ( Corpo+Emozioni+Mente Razionale ) alle Aspirazioni dell’Anima dove per Anima si intende la parte profonda di noi che si sente intimamente PARTE del resto dell’Umanità e del Cosmo e che ci guida attraverso le varie incarnazioni per farci diventare Dei, per ritornare in altre parole alla Casa del Padre avendo costruito tutte le facoltà divine con i nostri sforzi amorevoli, come il figliol prodigo nella parabola evangelica.

Sapere come funziona questa Legge e farla propria richiede di verificarla su noi stessi chiedendoci ogni volta che non comprendi il perché di ciò che ci accade : cosa c’è dentro di me che ha fatto si che io creassi questa realtà in questo momento? La risposta non è intellettuale, non c’è un manuale da sfogliare ma la Mente Universale/Dio/Vita/Monade risponde attraverso la voce dell’Intuizione che chiede però a noi un Cuore aperto e una Mente libera e disposta ad accettare i propri limiti ed errori. Possiamo anche farci aiutare da strumenti che nel tempo hanno smarrito il loro vero significato ed utilità. Sto parlando della Preghiera.

L’uso consapevole della Preghiera è esattamente affermare la propria incapacità di comprensione della situazione avendo l’umiltà di chiedere, a chi ne capisce di più, di essere aiutati a comprendere cosa c’è da imparare di nuovo in questa situazione, come posso amare di più e meglio questa persona e questo evento che mi trovo ad affrontare. Questo sforzo di apertura del Cuore e di richiesta di aiuto ha l’effetto di trasformare un mio precedente limite in una nuova facoltà. Sull’uso consapevole delle classiche preghiere Cristiane rimando al testo di F. Carotenuto, La Preghiera e per il moderno uso della preghiera al capitolo dedicato a questo tema nel testo di S. Brizzi, Risvegliare la Macchina Biologica Umana da cui peraltro molti contenuti di questo articolo sono stati ispirati.

Per concludere la legge di Attrazione ci mette di fronte alla libertà e alla responsabilità di chi siamo e di chi possiamo divenire. Accettare che è la nostra Anima ad aver creato tutte le situazioni che abbiamo attraversato e che stiamo affrontando è il viatico necessario per poter trasformare il nostro rapporto con gli altri e con la Vita diventando contemporaneamente sceneggiatori, registi e attori di un’Esistenza sempre più Luminosa, Giusta e Bella.

Questi ed altri contenuti vengono affrontati, vissuti e integrati alla nostra vita quotidiana nei Corsi di Evoluzione tenuti da Paolo Bressan.

Paolo Bressan, libero ricercatore. Si è formato in Educazione Fisica, Biodanza, Counseling Pluralistico Integrato e ha conosciuto e frequentato vari percorsi di sviluppo del Sé’ e di Spiritualità.

Gruppi di Evoluzione attivi da ottobre 2019 a giugno 2020:

  • Ormelle il lunedì sera alle 20.30 presso Sala Bachelet in Piazza Vittoria 20
  • Susegana il martedì sera alle 20.30 presso Palestra Il Caduceo in via dei colli 137 ( dietro alla Sme )
  • Cison di Valmarino il venerdì sera alle 20.30 presso lo Spazio Zefiro Love Life in Piazza Brandolini 5

Contatti :

paolo.brex1@gmail.com

www.paolobressan.it

www.casadelcuore.org