Formazione per Educatrici nido e Maestre dell’Infanzia, Suoni e Danze

bambini_stranieri1Tra Suoni e Danze a cura di Baldin Ilaria e Bressan Paolo

” Niente può diventare realmente parte di noi se non passa attraverso il vissuto tonico ed emozionale ” B. Aucouturier

OBIETTIVI della Formazione
  • Aumentare e sviluppare un ascolto attivo ed empatico degli stati emozionali dei bambini (T.
    Gordon, 1994).
  •   Avviare e consolidare una relazione affettivo- educativa costruttiva operando un processo di mediazione tra i propri stati emotivi e quelli manifestati dai bambini. A partire dal riconoscimento dei propri stati emotivi, migliorare la capacità di saperli gestire in relazione all’alunno rendendo più efficace l’azione educativa conseguente.
  • Favorire un’esperienza significativa di confronto nel gruppo di educatrici e maestre per avviare relazioni costruttive di ascolto e supervisione reciproca.
  • Potenziare strategie educative e didattiche efficaci, attingendo da un approccio teorico- pratico ‘ecologico’ all’espressività corporea e sonora.
METODOLOGIA14-15_Biodanza_S_MariaDSCF7134_Copia

La formazione, in un’ottica ecologica dei sistemi umani, privilegerà la metodologia interattiva e “partecip-attiva” tra i partecipanti (educatrici, insegnanti, coordinatrice e conduttori). Le discipline di riferimento sono la Biodanza® Sistema Rolando Toro, il Counselling di gruppo, la Propedeutica Musicale e la Psicologia Scolastica.
Si elencano alcune delle tecniche che possono essere impiegate per ‘facilitare’ il lavoro sia
individuale che in gruppo: focus group, giochi cooperativi, role- playing, tecniche artisticoespressive, condivisione in gruppo, rielaborazione in gruppo di tematiche personali, il canto corale, giochi ritmico sonori.

CENNI ORGANIZZATIVI

11391762_943577959020893_6391697189572508928_nPer un’efficace organizzazione e conduzione è auspicabile un incontro preliminare con le figure coinvolte dalla formazione (educatrici, insegnanti e coordinatrice della Scuola), in modo da conoscere le esperienze di formazione pregresse ed i bisogni e interessi formativi percepiti.
Riteniamo importante che le proposte vengano percepite come significative e integrate con l’offerta formativa già esistente.
La scelta dei giorni e degli orari sarà presa in accordo con i bisogni e le disponibilità dei
partecipanti.

Ciclo formativo di 5 incontri della durata di 2 ore ad incontro. Partecipanti: min 5- max 20
CENNI CONTENUTISTICI1378490_603803256331956_526019739_n

Attività interattive stimoleranno la consapevolezza del proprio ruolo educativo di insegnanti.
Nel corso dei 5 incontri si propone di affrontare i seguenti temi:

I INCONTRO condotto da Paolo Bressan

IL RITMO COME ORDINE, CONNESSIONE CON LA VITA, CAPACITA’ DI ADATTAMENTO all’ambiente circostante e COMUNICAZIONE tra l’educatore/trice e il bambino.
· CONSAPEVOLEZZA della propria CAPACITA’ RITMICA di adulto nel presente, stimolando
la capacità di CONTENERE e dare ordine al proprio gruppo-classe.
· STRATEGIE per stimolare la SINTONIZZAZIONE su un ritmo diverso e/o comune,
MIGLIORANDO la relazione con i bambini.

11377141_943577819020907_872637080851169097_n
II INCONTRO condotto da Paolo Bressan

LA COORDINAZIONE come ARMONIA tra i segmenti CORPOREI e dell’ ‘ESSERE nel suo
insieme FISICO-MENTALE-EMOTIVO-SPIRITUALE.
· CONSAPEVOLEZZA dei propri livelli di INTEGRAZIONE MOTORIA E GLOBALE.
· Impulso allo scioglimento delle CORAZZE CARATTERIOLOGICHE per stimolare
l’INTEGRAZIONE INDIVIDUALE E COLLETTIVA. L’essere più FLUIDI permette la
comunicazione ASSERTIVA dove la gestione dell’APERTURA e dei LIMITI con i bambini si
colloca nel PRESENTE, lasciando andare le rigidità e gli schemi corporei e psicologici
limitanti, ereditati e cristallizzati nel passato.

III INCONTRO condotto da Ilaria Baldin

11390214_943577652354257_1944086438233725609_nDALLA MUSICA ALLA RELAZIONE. STRATEGIE PER AMPLIFICARE LE CAPACITA’ DI ASCOLTO DI SE’ E DEGLI ALTRI.
· Breve introduzione teorico- pratica attorno alla RELAZIONE SONORA tra adulto e bambino nelle diverse fasi dello sviluppo.
· Applicazioni pratiche per favorire la SINTONIZZAZIONE SONORA (ritmico e melodica), la CREATIVITA’ MUSICALE tra insegnante e bambino: giochi psicomotori in musica ascoltata e prodotta assieme, potenziano un CLIMA RELAZIONALE positivo. Ciò facilita la sintonizzazione affettivo- emotiva tra adulto e bambino e tra i pari, potenziando lo sviluppo psico-motorio di questi ultimi.

11393224_943577879020901_4096110531555632700_nIV INCONTRO condotto da Ilaria Baldin

VOCE CANTATA E VOCE PARLATA: COME L’ESPERIENZA SONORO-VOCALE ‘REGOLA’ LA
RELAZIONE CON SE’, LO SPAZIO E GLI ALTRI
· Breve introduzione teorica sulle caratteristiche del SUONO VOCALE: aumento dell’uso consapevole del ritmo, volume, colore, timbro della voce, per orientare positivamente la relazione educativa.
· Applicazioni pratiche della PROPEDEUTICA MUSICALE per ‘regolare’ la relazione tra
educatrici/insegnanti e bambini, attraverso esperienze piacevoli di CANTO e CORALITA’.
· Sviluppo dell’IDENTITA’ e abilità d’ASCOLTO e comunicazione attraverso il canto (metodo
Z. Kodàly; E.J.Dalcroze e della Music Learning Theory di Edwin E. Gordon).

V INCONTRO condotto da Ilaria Baldin e Paolo Bressan

1ijldqy-upper-banner-320x230
LA VOCE COME PROLUNGAMENTO DEL CORPO IN MOVIMENTO. STIMOLARE L’INTEGRAZIONE E LA COERENZA TRA LA COMUNICAZIONE VERBALE E QUELLA NON VERBALE.
· Esplorazione delle capacità di ESPRESSIONE di stati emotivi e bisogni relazionali attraverso il MOVIMENTO del corpo e la PRODUZIONE SONORA.
· STRATEGIE EDUCATIVE per lo sviluppo dell’INTEGRAZIONE tra il corpo e la voce, al fine
di sviluppare il SENSO D’IDENTITA’ del bambino in reazione all’adulto ed al gruppo dei
pari.

CONDUTTORI

BALDIN ILARIA
E-mail: posta.baldin@gmail.com
Cell. 329 4450580
Abilitata all’insegnamento nel 1999 all’I.Magistrale di Montebelluna, nel 2005 si laurea in Psicologia dello sviluppo ed educazione all’Università di Padova. Iscritta all’Ordine Psicologi del Veneto. Diplomata in teoria musicale presso il Conservatorio di Trento, si forma in Musicoterapia presso il Lemmensinstituut di Lovanio (Belgio). Dal 2011 insegna Propedeutica Musicale presso l’Accademia Certosa di Giavera del M.llo. Specializzazione biennale in Psicologia scolastica (2007) e annuale in Councelling e Terapie interculturali (2008) presso l’Istituto Veneto di Terapia Famigliare di Treviso. Dal 2001segue il percorso formativo al PRINCIPIOPNEUMOPSICOSOMA® con Usiogope s.r.l. di Dolo. Dal 1999 lavora presso le scuole e comuni del territorio delle Az.Ulss n°8 e 7, collaborando anche con le soc. coop. soc. Una Casa per l’Uomo e Kiriku’ nell’ambito della prevenzione del disagio e della promozione dell’agio dei minori e delle loro famiglie, nelle politiche giovanili e di genere per le pari
opportunità, nella realizzazione di formazioni rivolte a genitori ed adulti in contesto scolastico e
lavorativo. Dal 2011 collabora ai progetti de La Casa del Cuore di Ormelle.

BRESSAN PAOLO, Curriculum

Per ulteriori informazioni e richieste VAI A QUESTA PAGINA